Cral Enrico Mattei

BASEBALL

baseball-SMALLC’era una volta il 1968, negli Stati Uniti la bandiera è alta per l’elezione di Nixon, in Italia e in Francia le cariche scolastiche sono sommerse da fischi di studenti pieni di ideali, in tutto il mondo si piange il sangue di Martin Luther King e in quel piccolo fazzoletto di terra del quartiere Anic nasce un gruppo che sarà destinato a fare storia. E’ quello il gruppo dei “fantastici cinque” alla ricerca del sogno americano, guidati dal pionere del baseball a Ravenna Mr. Ernesto Ciccorossi. Ai nostri intrepidi eroi poco importava cosa stava accadendo là fuori, c’era un sogno da inseguire….un progetto da costruire….una squadra da formare.

Il primo campo per allenarsi era il parchetto nella zona delle Case INA, le prime palline erano quelle da tennis, come mazze si usavano le gambe delle sedie e i guantoni non erano altro che palloni da calcio tagliati a metà e successivamente lavorati.

Nel giro di pochissimo tempo i ragazzi si sono trasferiti nel campo da calcio per poi veder realizzato il loro primo grande sogno: la costruzione del mitico diamante posizionato in una zona strategica di Ravenna: il Quartiere San Giuseppe (conosciuto ai più come Villaggio Anic).

Nel 1969 fu formata la “Spem” che con il tempo ha cambiato vari nomi passando da “Cral Enichem”, diventando poi “Cral Enimont” fino all’attuale “Cral Enrico Mattei”.

Durante gli anni ’70 e ’80 i nostri sgangherati ragazzi hanno viaggiato a lungo percorrendo tortuosi sentieri che li hanno condotti dalla serie D fino all’altalena della C1 e B ma, a metà degli anni ’80 il cammino divenne sempre più arduo e pericoloso.

Fortunatamente, uno dei “fantastici cinque”, preoccupato dalla vorticosa flessione dell’intero movimento, decise di prendere in mano la situazione risollevando la squadra dalle proprie ceneri. Costui, tal Giorgio “Joe” Tulli, come un abile comandante ha tenuto a galla la bandiera del baseball ravennate e, grazie ad una incrollabile forza d’animo, l’ha riportata in alto giurando fedeltà eterna alla causa.

Entusiasmo, lealtà, assoluto rispetto e felicità sono i quattro pilastri sui quali “Joe” ha basato la ricostruzione di un gruppo rivolto alla crescita del settore giovanile, ed oggi, dopo oltre quarant’anni di esperienza, il comandante è ancora in prima linea pronto a lanciare i suoi abili e fidati collaboratori verso mete sempre più ambite.

Intorno al meraviglioso diamante costruito decine di anni fa non vivono più solo i sogni dei “fantastici 5” ma piacevoli realtà e chiunque vi si avvicina non può far altro che respirare aria di sport, allegria e felicità.

Per saperne di più: http://www.ravennabaseball.it